Available courses

Premessa

Città del Sapere ha promosso varie attività culturali e scientifiche nell’area della Sicurezza e delle strategie di Prevenzione delle attività criminose che sono confluite neIla progettazione di un percorso formativo dedicato agli operatori della sicurezza locali e nazionali. Tale percorso che si sostanzia in un corso di alta formazione intitolato “Criminalità, Sicurezza, Territorio e Prevenzione”, è stato disegnato accogliendo le istanze delle rappresentanze sindacali dei corpi dell’esercito, della polizia di Stato, dei carabinieri, della guardia di finanza, della polizia municipale e della polizia penitenziaria. Al fine di aggiornare le competenze e orientare il personale addetto alla sicurezza in direzione dello studio universitario, in particolare per quanto attiene ai corsi di Laurea triennale in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza e magistrale in Giurisprudenza.


Finalità e contenuti generali

Il Corso di Alta Formazione “Criminalità, Sicurezza, Territorio e Prevenzione” supporta le competenze di sviluppo del nuovo modello organizzativo che devono adottare le istituzioni per il controllo del territorio e per prevenire in modo efficace i fenomeni criminosi, rendendo sicure le realtà urbane ed extraurbane.
Si affrontano, dunque, alcuni principali problemi criminologici del territorio, quelli più significativi per gravità, novità, impatto, frequenza, tenendo conto della rilevanza nell’attività di prevenzione e contrasto, svolta dalle forze di Polizia, includendo, nonostante l’insufficiente quadro normativo, la polizia locale che ormai controlla con competenza e preparazione le realtà urbane.

Si focalizza l’attenzione su fattispecie criminose che hanno assunto maggior rilievo di recente, sia perché correlate al progredire dei costumi, sia per la sempre maggior frequenza di vittime specifiche e si sottolinea il percorso criminologico che dalle devianze molto spesso porta al crimine, non trascurando i rapporti tra i fenomeni e gli autori dei reati, le vittime e i cittadini e le dinamiche tra di loro esistenti. Inoltre, il corso tratta la percezione della sicurezza o insicurezza, affrontando i modelli sanzionatori, le esperienze concrete e quelle alternative possibili, che in Italia e all’estero stanno dando ottimi risultati e maggiori garanzie ai territori.
La linea di approccio evidenzia come, nell’impegno concreto della polizia in materia, si possano individuare valenze e criticità, raccontando case-histories di successo nella prevenzione e nel contrasto delle attività criminose.

In ultimo, partendo da tali esperienze positive, assurte a best practices, si tratteggia un modus operativo e organizzativo di buon governo del territorio che tenga in
considerazione gli aspetti importanti della materia e sia diretto all’individuazione di un possibile metodo per la migliore prevenzione dei fenomeni criminologici, in un sistema di collaborazioni istituzionali tra i principali soggetti pubblici e privati, con i cittadini, protagonisti dei fenomeni criminologici quali spettatori o vittime di devianze di vario genere.


Destinatari

Il Corso è progettato per gli operatori della sicurezza dell’esercito, dell’aeronautica militare e dei corpi di polizia dello Stato, municipale, carabinieri, guardia di finanza, polizia penitenziaria e degli enti pubblici e privati.

Con il positivo superamento di questo corso gli iscritti riceveranno un certificato di partecipazione utile al riconoscimento di 30 CFU ai fini dell’accesso diretto al secondo anno del Corso di Laurea Triennale in Scienze dell’ Amministrazione e della Sicurezza (Classe di Laurea L16, curriculum B) di Unitelma Sapienza.

Previa valutazione del curriculum professionale dei candidati, è possibile conseguire ulteriori 12 CFU per meriti e titoli professionali, giungendo in tal modo al conseguimento di complessivi 42 CFU per l’accesso diretto al secondo anno del Corso di Laurea L16, Curriculum B.